Ascoltarsi in coppia

24 Ott 2017

Le discussioni in una coppia di solito attraggono le emozioni negative, così come fa il miele con le api. Molte volte questi conflitti si presentano perché non sappiamo esprimere bene la nostra opinione o i nostri sentimenti. Questo può portare il nostro partner a non comprenderci o a sentirsi attaccato. Tuttavia, non è solo questo il problema. Oltre a saper comunicare tra di noi, è molto importante saper ascoltare. Ricevere bene l’informazione che l’altra persona cerca di farci arrivare eviterà che si generino tensioni inutili. In questo modo, potremo evitare i malintesi e sarà più facile essere empatici con l’altro.

“È essenziale che le coppie imparino ad avere conversazioni che pensavano di non poter mai avere: su quello che accade davvero dentro di loro” -John Welwood-

Davanti ai problemi che possono sorgere a partire dai conflitti in una coppia, buone abilità comunicative sono, forse, il miglior antidoto per trovare una soluzione congiunta e mutua. D’altro canto, i migliori ingredienti per cucinare questa soluzione sono il rispetto, la comprensione e la delicatezza nei confronti dell’altra persona. Inoltre, è importante imparare a comunicare in modo opportuno, dato che ci sono situazioni in cui diciamo cose fuori luogo o nel momento meno adatto. Questo a volte causa screzi con l’altra persona.

Un altro aspetto da cambiare si presenta quando si tende ad indovinare il pensiero oppure i sentimenti del proprio partner, dato che siamo soliti sbagliarci riguardo le conclusioni che traiamo. Spesso, inoltre, abbiamo la tendenza a generalizzare -“Sei sempre lo stesso”, “Non mi ascolti mai”, “Sei sempre distratto”-, invece di speci ficare concretamente cosa ci piace o meno. Ma non è solo questo, la condotta non verbale dovrebbe coincidere con quello che stiamo dicendo e non essere contraddittoria.

Quali aspetti possiamo migliorare quando comunichiamo con il partner? Riguardo alla condotta non verbale, è necessario tenere in conto alcuni aspetti. In primo luogo, nella comunicazione interpersonale è importante mantenere il contatto visivo, così come adeguare l’espressione facciale alla situazione e a quello che stiamo trasmettendo. E' consigliabile adottare un volume ed un tono di voce tranquilli e pausati.

“L’aspetto più importante della comunicazione è ascoltare quello che non si dice” -Peter Drucker-

Per evitare che i membri della coppia elaborino interpretazioni personali, è importante cambiare il linguaggio poco specifico con un altro più operativo. Se ci basiamo sulle descrizioni osservabili e quantificabili, non cadremo nella trappola della generalizzazione. Ricordiamo di mettere in risalto l’informazione positiva e comunicare in luoghi e contesti opportuni, oltre ad utilizzare un’espressione non verbale adeguata. Riguardo a ciò, è necessario esprimere emozioni gradevoli per l’altro, così come riconoscere gli aspetti che ci piacciono del suo modo di fare. Tuttavia, bisogna anche essere in grado di comunicare i sentimenti negativi. Questo vuol dire che dobbiamo saper spiegare al nostro partner come ci sentiamo riguardo qualcosa che è successo, senza che ciò generi un litigio o una discussione.

Come possiamo avere una buona conversazione nella coppia? È fondamentale fare domande, seguire la conversazione, saper ascoltare l’altro e poter concludere il dialogo. Un punto importante in questa dinamica è allenare le abilità di ascolto che possediamo. In concreto, bisogna fare attenzione al contatto visivo, oltre all’orientazione e alla prossimità fisica con la persona che ci sta parlando. Per dimostrarle che la stiamo ascoltando, possiamo riassumere il messaggio che ci sta dicendo ed in seguito chiederle conferma, in modo da assicurarci di aver compreso correttamente quello che ci vuole trasmettere. D’altra parte, è rilevante anche lavorare sulle abilità orali.

È importante usare frasi brevi in prima persona, esprimendo la nostra volontà. Anche quando facciamo richieste, dovremmo parlare in prima persona, in modo positivo e facendo riferimento a condotte concrete. È più efficace dire “mi piacerebbe che facessimo una passeggiata” piuttosto che “ti butti sempre sul divano e non facciamo mai nulla insieme”. Vedete la differenza? I due messaggi non vengono ricevuti allo stesso modo, vero? Anche se il nostro obiettivo è lo stesso: uscire da casa e passare un po’ di tempo in compagnia del partner.

Liberamente tratto da La Mente è Meravigliosa, del 21 marzo 2017
 

Immagini