Attenti al greenwashing

23 Apr 2019

Bisogna fare attenzione all'utilizzo del colore verde, soprattutto in questo periodo storico, in cui la sensibilità ecologica mondiale è in forte crescita. Esiste infatti il cosiddetto greenwashing, termine che viene utilizzato quando un’azienda afferma di essere green (con azioni di pubblicità e marketing) pur non essendolo davvero.

Oltre a rovinare il mercato dei prodotti davvero sostenibili, "tingere di verde” prodotti e marche può ingannare un consumatore, che attirato dal colore del packaging, potrebbe erroneamente credere che il prodotto sia naturale, biologico ed ecosostenibile. Senza contare il rischio di compromettere l’immagine della marca stessa, quando il consumatore scopre il trucco.

Siamo consapevoli che la "natura" è diventata il centro della nostra economia, di conseguenza il verde è il colore di tendenza. Addirittura aziende che non avevano niente di eco-friendly in passato, come McDonald’s e Coca-Cola, hanno creato intere linee di prodotti “green”, colorando il proprio logo di conseguenza.

In generale il verde è stato spesso utilizzato in comunicazione perché è simbolo di pace e tranquillità. Essendo infatti un colore diffuso in natura i nostri occhi lo percepiscono come familiare e rilassante (come anche il blu). Si dice che fissare a lungo questo colore rilassa la mente e non affatica la vista. Quindi è consigliato ad esempo nelle presentazioni in slide perché, fa sì che il pubblico riesca a restare concentrato sullo schermo fino alla fine.

Un’azienda italiana che ha saputo utilizzare il colore in modo ottimale è stata l'Alitalia. Viaggiare, infatti, può far paura ma il verde del logo può tranquillizzare e infondere sicurezza in chi decide di superare questa paura.

Il verde, è anche il colore dei prodotti biologici, sia alimentari che cosmetici. “Bio” indica i derivanti da un metodo di coltivazione e di allevamento che ammette solo l’impiego di sostanze naturali, presenti cioè in natura, escludendo l’utilizzo di sostanze chimiche. Questo a tutela non solo della salute dell’uomo ma anche dell'ambiente.

Ecco perché oggi è così importante fare maggiore attenzione al greenwashing.

Liberamente tratto da L'Eco della Stampa, del 12 marzo 2019
 

Immagini