Da mangiarselo... di baci!

30 Nov 2017

Quante volte osservando un neonato abbiamo detto o sentito dire: "Questi piedini... me li mangio"?

A quanto pare ad evocare tenerezza sarebbero le caratteristiche pedomorfiche (cioè tipiche dell'età neonatale) come occhi grandi e guance carnose. Non succede per caso: la natura ha fatto in modo che ci piacciano, per farci venire voglia di avere bambini, in barba allo sforzo economico e fisico che un figlio comporta. Per la stessa ragione, infatti, le donne sono così inebriate dall'odore dei neonati.

Gli psicologi la chiamano "espressione dimorfa", un'espressione, cioè, che ha due facce, due aspetti. L'aggressività emerge per controbilanciare uno stimolo eccessivamente toccante (perché molto tenero o dolce). In alcuni casi, l'emozione suscitata è troppo forte da controllare: si avverte a tal punto l'urgenza di prendersi cura o avvicinarsi a quella creatura che, per ritrovare un equilibrio emotivo, si reagisce nella direzione opposta, e si sente l'impeto di "mordere", mangiare o strizzare a sé il bambino.
 
Uno studio dell'Università di Yale pubblicato nel 2014 ha persino indagato più a fondo il fenomeno, confermandolo con un'indagine online, che ha visto partecipanti uomini e donne.

Liberamente tratto da Focus, di marzo 2016
 

Immagini