La saggezza ha due gambe

14 Ott 2018

La saggezza, invece, decide di non stare ad ogni costo da un lato, perché sa che da lì non le è possibile guardare avendo la prospettiva del lato opposto. Gli opposti della dialettica non sono due falsi, ma due parziali.

La saggezza non mira a mettere in luce le contraddizioni bensì le diverse verità che si nascondono da ogni parte. Seguendo la logica della saggezza non siamo portati a contestare il principio di contraddizione ma scegliamo di prendere in considerazione la globalità della via della conoscenza.

Essa si rifiuta di cadere nella trappola, perché, stando da un lato, non è possibile stare nello stesso tempo dall’altro; per non privarsi di nessuno dei due, la saggezza non si porrà da nessun lato. Essa sa che chi prende partito è, per questo stesso fatto, parziale.

Il famoso detto del «bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto» non è un dilemma fra ottimismo o pessimismo, ma un quesito riguardante il metodo della conoscenza e della valutazione della realtà, in quanto sono due verità egualmente vere. La saggezza è un atteggiamento aperto per il quale si giunge a vedere contemporaneamente il bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto e perciò si riesce a vedere la realtà anche dal punto di vista dell’altro.


(Mario Papadia, La Riprogrammazione Esistenziale, Armando)

Immagini