Home > News > Dodici incontri danteschi mentoring e bibliocounseling
condotti da Mario Papadia
Dodici incontri danteschi mentoring e bibliocounseling
condotti da Mario Papadia
Mentoring e bibliocounseling dantesco con Mario Papadia
Incontro dal 26/03/2021 per 12 giovedì susseguenti fino 10/06/2021

1) Dante e la chiamata sublime al “transumanar”. A colloquio con “uno” che, “nobilita” la lingua “volgare” con il “disìo” di immaginazione e di conoscenza, per propone la pratica di trasformare la propria storia personale nell’universale senso dell’esistenza mondana attraverso l’esplorazione del multiverso ultramondano, accompagnato dai suoi due “alter-ego”.

2) A colloquio con Virgilio, compagno e guida. A ognuna/o il suo Virgilio. Colui che sa stimolare miti ed è maestro di empatia, ha le chiavi per l’accompagnamento di chi chiede aiuto per andare oltre i confini della porta.  
   
3) Inferno/1 - Miseria e nobiltà. Farinata, abitare l’inferno con “gran dispitto”; Pier delle Vigne, la verità non basta alla politica; Brunetto Latini, un professore amato è per sempre.

4) Inferno/2 – Francesca, Paolo, Ugolino: la meteorologia degli amori violati. Piacer che ancor non m’abbandona. L’amore paterno che grida vendetta. Sei numeri a caso. Letteratura: parola di donna. Più che ‘l dolor: indefinito perciò poetico.

5) Inferno/3 – L'ultimo miglio. Da Montefeltro: mancare la sfida proprio all’ultimo. «Loico» a chi? Quando c’è di mezzo un papa. Umano, troppo umano: perciò la colpa non inficia la grandezza. Ma dove sta la vera casa? La direzione «giusta». Ulisse: il senso dell’impresa. Un test infernale.

6) Purgatorio/1 – Ricordati di me. Tutti i colori e i gesti del ritorno alla luce. E dove Virgilio diventa guru. Dove scoprono che Dante fa ombra e il problema dello spirito incarnato. Ancora l’ultimo miglio: le molteplici e crude vie del riscatto e del perdono. Che ci fa il suicida Catone in purgatorio: «libertà va cercando». Ricordati di me: l’universo della memoria.

7) Purgatorio/2 – L’esilio, il non-luogo della nostalgia: «Era già l’ora che volge il disio». Sordello mantovano, archetipo e allegoria di dell’appartenenza in corpo e anima. Ma in Dante scatena una nostalgia rabbiosa. L’Italia in purgatorio, archetipo e allegoria del luogo dove si abita in esilio. Il gran comizio di Dante. Dove Dante è iniziato a comprendere l’universo della divisione e della condivisione. Come finisce l’esilio. Una condivisione dantesca nel lager e oltre.

8) Purgatorio/3 – Il Purgatorio è femmina. Lucia: la via onirica nel viaggio del cambiamento. Più che due simboli, Lia e Rachele: la magia dello specchio. Matelda: come acqua, memoria e dimenticanza nel cambiamento. Irrompe Beatrice e Virgilio esce di scena: lo psicodramma della transumanazione in 5 tempi. Il nostro test purgatorio.Matelda e Lucia, il soliloquio e la via onirica nel viaggio del cambiamento. Lo spazio di scienza e conoscenza fra la perdita dell’alter-ego materno e il processo spirituale di trasumanazione. Il secondo test: dal Purgatorio.

09) Incontro con Beatrice - Una premessa: una lettrice femminile di fronte a Beatrice. Il rebus chiamato Beatrice: Beatrice è Beatrice. Beatrice non è più solo Beatrice. Perciò può essere oltre, ma con una sospensione.

10) Paradiso/1 - Vidi cose: il limite del ridire. Il mare teologico per cui essere attrezzati. La semantica adeguata all’inesprimibile: parole, sguardi, luci, metafore. Il nostro inesprimibile è mai nato? Il compito dell’artista in noi.

11) Paradiso/2 – Un nonno motivatore A. Mentre voi … io ho percorso. Luna - La via delle resilienti. Mercurio - La via di coloro che hanno ricercato la gloria. Venere - La via dei praticanti dell’amore. Sole - La via della sapienza e della conoscenza. Marte - La via dei combattenti per la fede e il nonno motivatore. Giove - La via di coloro che hanno perseguito la giustizia. Saturno - La via dei contemplativi.
Un paradiso politicamente scorretto? Una chiave per la Divina Commedia..

12) Paradiso/3 – "La forma che move il sole e le altre stelle". Primo passaggio - Anche Beatrice se ne va, ma senza tristezza. Il segno del mentore.  Secondo passaggio - Ancora un patrocinatore e ancora una donna mediatrice. Il gioco di sguardi di Maria: il linguaggio non verbale di chi ha già un'intesa. La meta - La transumanazione: la forma universale del nodo d’amore che muove il sole e l’altre stelle. Ho misurato con lo sguardo l'infinito. La madornalità dell'integrazione dell'umano nel divino. Congedo e test. Di che cosa Dante si fa garante. "Veder cose": la Commedia è una modalità di costruzione di significati che cosituisce l'ossatura della cultura occidentale. Il test "paradisiaco".

Si rilascia attestato. 100 euro per la partecipazione. 
Per iscrizione info@riprogrammazione.it
Altre news
hai bisogno di aiuto? contattaci

Richiedi informazioni compilando il form

Scrivici ora !