Shop
Home >Shop > Manuale di Counseling Per counselor della Riprogrammazione
Facebook
Whatsapp
Telegram
Twitter
Google Plus
Manuale di Counseling
Per counselor della Riprogrammazione
16
PREFAZIONE
Diversi anni sono trascorsi dal mio primo testo su questo tema. Nel frattempo molti eventi si sono verificati nella nostra società, e anche in questa professione, sulla quale si sono moltiplicate diverse turbative, riguardanti gli ambiti e i limiti delle sue competenze, in concomitanza con una bolla inflazionistica di appropriazioni del termine “counseling”.
Non intendo certo inoltrarmi in questo argomento, che ha i suoi contesti in cui esprimersi. Mi soffermo, invece, sull’unico tema per me davvero interessante, al di fuori di ogni polemica, quello di illustrare e spiegare la maturazione concettuale del “fare counseling”, che ho compiuto in questi anni, nella pratica e con l’approfondimento teorico, in particolare nel continuo confronto con gli studi antropologici e neuroscientifici.
Per quanto mi riguarda si è perciò arricchito l’elenco delle competenze richieste a chi si forma in questa pratica, in rispondenza con l’incalzare della complessità nella società postmoderna, verificatasi nell’ultimo ventennio.
Di questo arricchimento debbo essere grato alle diverse decine di allievi con cui ho potuto interloquire durante i corsi di formazione, ascoltando le loro osservazioni, affiancandomi alle loro esercitazioni volonterose e ricambiando l’affetto che ha rinsaldato il mio legame con loro, con l’insegnamento e con questa professione.
Mi è gradito, perciò, licenziare questo lavoro in massima parte riprogrammato e cresciuto nel tempo della pandemia, che, grazie ad esso, mi è divenuto, il biblico “tempo per raccogliere”.  
 
Mario Papadia
30 settembre 2021
 
Note
Codice: